Food Photography: immortalare un sapore

Food Photography: immortalare un sapore

La cucina è arte che si plasma per portare in tavola la creatività. La parola chiave dei nuovi chef è proprio l’ estro ed è questo il punto di partenza anche per noi della Food Photography. Le sensazioni che evoca un piatto succulento nella mente di chi lo fotografa sono un raro momento di estasi per gli occhi, per questo adoro immortalare odori e sapori in un immagine che rappresenti l’unicità di un piatto.

La concezione estetica della cucina avvicina l’idea del piacere estetico alla sensazione visiva e uditiva. Il mood della mia ricerca fotografica è proprio quello di immobilizzare tutte le emozioni che stimola un piatto all’interno di un’immagine creativa. Il procedimento che sta dietro ad ogni scatto di food è soltanto uno strumento utile e necessario per ricreare un atmosfera il più possibile vicino a quella reale. Massimo Bottura,chef pluristellato e proprietario dell’Osteria Francescana,sostiene che i piatti evocano messaggi, infatti la fotografia deve evocare e veicolare emozioni così come una raffigurazione artistica. Il concetto di gusto è l’ingrediente che manca alla fotografia, ma se ci immergiamo nei colori che l’immagine invoca, sono sicura che qualcuno riuscirà ad assaporarne il gusto, senza assaggiare quel piatto.

food photography

I food Photographer sono responsabili di questa esplosione di piacere,per questo è necessaria la passione. C’è chi potrebbe affermare che è limitativo pensare di poter estrapolare un sapore da una fotografia, ma io osservandole nella post-produzione, ho fame. È questa la sensazione che sento di dover evocare attraverso le mie fotografie con l’attenzione al particolare, con l’accostamento ordinato dei colori, con un sapiente uso della luce.

Samuela Conti

About the Author

Sono Samuela Conti , ho 30 anni. Sono una scrittrice e una fotografa, amo cercare la poesia in ogni dove. In ogni scatto cerco di trasmettere la bellezza delle cose.

No Responses to “Food Photography: immortalare un sapore

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*