Food Share, le emozioni del cibo

Il cibo è esperienza e condivisione, è la logica del piacere che lo impone. Mangiare al giorno d’oggi non si limita più soltanto più all’atto pratico di alimentarsi, ma diventa una soddisfazione alimentata dall’aspetto empatico che ogni piatto evoca. La fame non è più soltanto una necessità fisica, ma l’aspettativa di godere di un piatto succulento, come lo visualizziamo nel nostro immaginario paradiso del gusto.

E cosi tutto diventa più sensoriale, conviviale, connesso all’amicizia e condiviso con le persone che amiamo. L’esperienza culinaria lascia le sue tracce nella nostra memoria affettiva e ogni piatto, sapore, odore, colore, ci ricorda un evento importante o ne crea dei nuovi allo stesso modo di una canzone.

Le infinite possibilità di gusto che gli alimenti propongono, si offrono alle nostre papille gustative come la mela del peccato ad Eva e Adamo e riusciamo a riconoscere accostamenti semplicemente sperimentando. Siamo inventori di gusto e di sapori che con disincanto propongono nuovi esperimenti per la vista e il gusto. Sì, perché oggi preparare piatti esteticamente gradevoli dona la possibilità di gustare il cibo anche con gli occhi perché anche l’occhio vuole la sua parte.

Queste sono  le emozioni che cerco di trasmettere con i miei scatti.

Samuela Conti

About the Author

Sono Samuela Conti , ho 30 anni. Sono una scrittrice e una fotografa, amo cercare la poesia in ogni dove. In ogni scatto cerco di trasmettere la bellezza delle cose.

No Responses to “Food Share, le emozioni del cibo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*